nuvolaB   news studio progetti cv contatto english
 
 
     
 
mostra a Firenze. IT
'Tatut', Festival della Creatività
prestazioni svolte: ottobre 2007
direzione: prof. C. Terpolilli
luogo: Fortezza da Basso, Firenze
     
mostra firenze  
Parlare di demolizione oggi provoca sentimenti contrastanti. L'opinione pubblica è d'accordo a demolire gli ecomostri che rovinano il paesaggio ma quando si tratta di ambiente urbano non si riesce ad immaginare forme alternative d'insediamento che garantiscano un miglioramento rispetto all'esistente. Ci sembra allora importante, più che dare altri modelli d'insediamento futuro, trasmettere il messaggio che la demolizione è un momento indispensabile del processo rigenerativo della città che, da quando è nata, non ha mai cessato di sovrapporre manufatti e segni in un continuo processo di sedimentazione. Nell'era della comunicazione l'immagine è il più potente veicolo d'informazione e quindi abbiamo pensato di concentrare la nostra ricerca sull'immagine della città, sul suo volto che, tradotto in termini architettonici, è rappresentato dai suoi prospetti sullo spazio pubblico. La demolizione dell'immagine della città può dunque aiutare il pubblico ad immaginare lo scenario urbano che più lo identifica, per re-innescare il processo di sedimentazione che da alcuni decenni si è interrotto a vantaggio del consumo indiscriminato di suolo della moderna espansione urbana orizzontale. Il progetto prevede di scegliere alcuni prospetti urbani di Firenze, di diverso genere ma omogenei, Via Masaccio, Via di Novoli, Via Aretina, Borgo San Jacopo ed è stato chiesto al pubblico di coprire tali immagini con delle facciate di architetture contemporanee ritagliate dal loro contesto e sovrapposte a quelle esistenti alla stessa scala. Il nuovo volto della strada è quindi un puzzle di immagini urbane decontestualizzate che prefigura un ambiente in mutamento, dove il presente ed un possibile futuro possono comunicare e confrontarsi direttamente. (ridotto)
immagini