Bellinzona   news studio progetti cv contatto english
 
 
     
 
passerella ciclo-pedonale a bellinzona. CH
concorso di ingegneria
prestazioni svolte: ottobre-dicembre 2015
committenza: cantone Ticino, città di Bellinzona
dati quantitativi: lunghezza totale passerella 170,5 m
con Majowiecki (capo-progetto), F&M ingegneria
     
Genthod  
Appare fondamentale, nel momento in cui l'antico collegamento tra due sponde rinasce, produrre una reale trasformazione del sito di progetto: conservare intatta la bellezza ambientale che caratterizza il parco di fronte alle arcate del vecchio ponte sulla Golena, e aprire la struttura al paesaggio. Per questo appare fondamentale evitare, nel parco, l'introduzione di qualunque tipo di appoggio.
Allo stesso tempo lo spazio golenare destro, che fa da filtro tra il fiume e la strada N2, deve essere identificato introducendovi un segno elementare, fortemente riconoscibile, in grado di conferire ordine ad un sistema per sua natura disgregato, creando unitarietà. Sulla strada N2 il ponte dovrà progressivamente chiudersi, creando un filtro, una barriera rispetto all'infrastruttura. Nella direzione opposta, verso il Ticino, la passerella dovrà invece aprirsi al ambiente, alla vista del fiume e del parco.
La struttura della passerella sarà metallica, mentre la superficie calpestabile sarà realizzata in calcestruzzo.
La nuova pavimentazione si prolungherà anche sul ponte della Torretta adagiandosi e distaccandosi dal vecchio selciato storico.
In corrispondenza degli accessi la nuova pavimentazione si raccorderà adeguandosi ai percorsi esistenti. Due piazzette avranno l'obiettivo di costituire un punto d'incontro e sosta per gli utenti. L'accesso su via Franscioni propone di estendere, livellandone la pendenza, i vecchi gradoni di selciato fino alla esistente rotonda con una rampa al 6%. La vecchia rotonda rimarrà per gli spazi di manovra veicolari ma non si percepirà più il marciapiede perché il tutto sarà pensato a priorità di mobilità dolce. La nuova ciclo-via nazionale potrà correre lungo gli argini della golena ed allargarsi in prossimità dell'accesso al vecchio ponte della Torretta. A lato di questo alcuni arredi urbani, luogo di sosta degli utenti, domineranno la discesa al parco, ricordano i ruderi archeologici.
immagini